Please enable JS

LE INFORMAZIONI UTILI

Abbigliamento Consigliato

Il funerale, oltre ad essere un importante momento di raccoglimento tra i parenti e i conoscenti del caro estinto, è un omaggio al defunto e un segno di rispetto nei suoi confronti. Anche per questo motivo, la cura dell’abbigliamento e del comportamento da adottare nelle fasi che compongono la cerimonia funebre assume un’importanza di assoluto rilievo.
Esiste, a questo proposito, un vero e proprio galateo funebre, un insieme di regole e di criteri di comportamento che dovrebbero essere rispettati da chiunque partecipi al funerale, si tratti dei parenti del defunto o degli amici e conoscenti recatisi alla cerimonia per porgere l’ultimo saluto al caro estinto.
In questo articolo presentiamo alcuni consigli utili per comportarsi in modo appropriato nei delicati momenti del lutto e durante la cerimonia funebre.

COME VESTIRSI PER IL FUNERALE
I criteri principali che devono orientare la scelta dell’abbigliamento per il funerale sono quelli della sobrietà e del rispetto delle abitudini e delle tradizioni della famiglia del defunto. In generale, è buona norma scegliere abiti formali, semplici e dalle tonalità scure, preferibilmente il nero o il grigio. Assolutamente fuori luogo capi di abbigliamento dai colori accesi o sgargianti: l’obiettivo è naturalmente quello di evitare di catturare l’attenzione dei presenti e rispettarne la sensibilità in un momento così difficile e delicato. Ricorrere a qualche accessorio colorato non è vietato, evitando però tinte troppo vivaci e assicurandosi che sia all’insegna del buon gusto e della moderazione.

Gli uomini possono optare per una camicia bianca con cravatta neutra e di colore scuro, accompagnata da giacca (anch’essa scura). Cravatta, calze e pantaloni dovrebbero avere una tonalità molto simile, ed è preferibile che il colore della cintura e delle scarpe sia lo stesso. Per quanto riguarda le scarpe, sono consigliate calzature eleganti e perfettamente lucidate.

Le donne possono orientarsi su un tailleur con gonna o pantalone di colore scuro o neutro, o comunque su un capo discreto e dal taglio semplice. Da evitare abiti corti o troppo aderenti, vestiti smanicati, che lascino scoperte le spalle o con scollature profonde. E’ raccomandato l’uso delle calze (anche durante la stagione estiva) ed è consigliato l’utilizzo di calzature eleganti, ma allo stesso tempo pratiche e comode da indossare (soprattutto se vi sarà l’esigenza di stare molto tempo in piedi), come ad esempio delle semplici ballerine nere. L’acconciatura deve essere in ordine, ma non vistosa o stravagante. E’ bene che il trucco per il funerale sia leggero e naturale, meglio se waterproof: un velo di fondotinta, un rossetto ed un ombretto dalle tonalità delicate sono in genere la scelta più adeguata a questo tipo di circostanza. Indossare gioielli è consentito, purché questi ultimi non siano eccessivamente appariscenti: la parola d’ordine, ancora una volta, è quella della sobrietà. Un filo di perle e degli orecchini a bottone, ad esempio, sono decisamente più indicati di collane vistose e orecchini pendenti o di grosse dimensioni. Si può portare con sé una borsa, possibilmente di piccole dimensioni (ad esempio una pochette) e di colore scuro.

L’uso di occhiali scuri è ammesso solo per i parenti stretti del defunto, che possono ricorrervi per celare le lacrime e la sofferenza sul proprio volto, mentre è del tutto sconsigliabile per i conoscenti o gli amici del caro estinto. Sempre con riferimento agli accessori, è buona consuetudine portare con sé un ombrello in caso di tempo incerto o giornata potenzialmente piovosa, che potrà eventualmente essere offerto ad una persona anziana qualora questa ne fosse sprovvista.

Se alla cerimonia funebre partecipano dei bambini, è fondamentale assicurarsi che anche il loro abbigliamento sia adeguato e consono alla circostanza. Per i maschi, si può scegliere un abito dalle tonalità scure e simile a quello del papà. Per le femmine, la scelta può ricadere su abiti semplici, privi di decorazioni particolari e che tengano coperte le spalle. L’abbigliamento per il funerale può anche essere personalizzato in alcuni particolari, al fine di omaggiare la personalità del defunto. Si può ad esempio prendere spunto da quelle che erano le passioni e gli interessi del caro estinto o completare l’abito con un accessorio o un gioiello da questi ricevuto in dono. Scelte che dovrebbero essere dettate sempre dalla moderazione e dalla mancanza di eccessi, naturalmente, nel rispetto della celebrazione formale cui si partecipa.

IL COMPORTAMENTO DA ADOTTARE DURANTE LA CERIMONIA FUNEBRE
E’ innanzitutto importante essere puntuali, recandosi al luogo in cui si terrà il funerale nei tempi specificati dall’annuncio funebre (o secondo le modalità espresse verbalmente dalla famiglia). Questa regola assume un peso ancora maggiore per i parenti più stretti e gli amici intimi, che prenderanno posto nei primi banchi della chiesa.
Se presente un registro delle presenze o delle condoglianze in chiesa, in abitazione o nella camera mortuaria, va apposta la propria firma appena si arriva. Portare fiori è generalmente un gesto apprezzato, salvo nei casi in cui non sia stato richiesto il contrario da parte dei parenti del defunto (ad esempio, quando nell’annuncio funebre è specificata la dicitura ‘Non fiori, ma opere di bene’).

Prima di entrare in chiesa, o nel luogo in cui si terrà la cerimonia funebre, è buona norma assicurarsi che il cellulare sia spento o impostato in modalità silenziosa. La stessa accortezza deve essere presa nel momento in cui ci si reca presso il domicilio del defunto e, in generale, durante tutte le fasi che precedono o che seguono il rito funebre. Se il rito funebre prevede la possibilità di fare un breve discorso, si possono condividere con i presenti messaggi positivi che riguardino la persona scomparsa, ricordandone le virtù e le buone qualità in una prospettiva sempre obiettiva e realistica. A questo proposito può essere utile preparare, prima della cerimonia e con il dovuto anticipo, una nota con le frasi da leggere. Manifestare il proprio dolore, condividendolo con le persone presenti al funerale, è del tutto lecito e comprensibile. E’ bene, ad ogni modo, cercare di evitare manifestazioni di eccessiva tristezza o disperazione. Quando possibile, è consigliabile un atteggiamento improntato alla serietà ed alla compostezza, che miri a rincuorare e a far forza ai familiari ed ai parenti che hanno subito la perdita della persona cara e mostri disponibilità ad offrire il proprio aiuto e supporto.

La cerimonia funebre si conclude con il corteo verso il luogo di sepoltura del defunto. La bara viene condotta fuori dalla chiesa e ad essa seguono, rispettivamente, i familiari della persona scomparsa, gli amici e i conoscenti. La bara viene quindi caricata sul carro funebre e traslata nel luogo in cui avverrà la sepoltura o la cremazione. Al termine della funzione, si esprimono le proprie condoglianze ai familiari e ai parenti del defunto, a cominciare dai più prossimi, in maniera calma e riservata, evitando di soffermarsi troppo, nel rispetto delle altre persone in attesa di porgere le proprie condoglianze.

Se lo si ritiene opportuno, ci si può recare a casa della persona scomparsa insieme ai familiari, per stare insieme, darsi forza e aiutarsi reciprocamente ad elaborare la perdita. In ogni caso, è sempre opportuno rendere nota ai parenti del defunto la propria disponibilità per qualsiasi forma di supporto ed assistenza, nell’immediato e per i giorni a venire. A seconda del tipo di cerimonia, della tradizione, cultura o religione di riferimento, possono essere previsti rituali, stili e codici vestimentari più o meno diversi dalle linee guida descritte in questo articolo. In caso di dubbi, non bisogna aver timore di chiedere chiarimenti ai familiari del caro estinto o all’impresa di onoranze funebri che organizzerà la cerimonia, per avere indicazioni più precise sui comportamenti da adottare nella specifica circostanza.

Per maggiorni dettagli contattaci e fissa un appuntamento informativo gratuito.